Tradimento: peggiore se tradisce l’uomo o la donna?

Sul tradimento – un tema davvero delicato e molto controverso – si sono espressi moltissimi poeti e letterati, che hanno spesso scritto e dedicato poesie o romanzi alle donne che li hanno traditi, lasciando così immaginare che il tradimento femminile faccia scatenare più dolori rispetto a quello maschile.

TradimentoIn realtà, il luogo comune vuole che il tradimento femminile provenga non tanto da una attrazione puramente estetica o fisica ma dall’innamoramento: una donna che tradisce è una donna probabilmente non più innamorata del suo partner, con conseguenze davvero disarmanti per ciò che esso comporta. In questo caso, anche un uomo davvero innamorato e che abbia voglia di perdonare la sua donna, non avrebbe assolutamente scampo: una donna che tradisce non è più interessata a lui, e quindi neanche al suo eventuale perdono.

Al contrario, un uomo che tradisce lo fa spesso per voglia di conquistare, per attrazione fisica del momento, senza un reale coinvolgimento: e questo spesso porta molte donne – giustamente o meno, giudicate voi – a perdonare i loro partner fedifraghi.

Ma secondo un recente studio portato avanti dagli studiosi della Bowling Green State University, il tradimento è una costante indipendente dall’essere donna oppure uomo, anche se quest’ultimo è portato tre volte di più rispetto alla donna a tradire. Ancora luoghi comuni? Difficile dirlo. Probabilmente, chi ha subìto lo smacco del tradimento, uomo o donna che sia, risponderà che essere traditi è comunque motivo di sofferenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *