Come avere successo nel trading online: ispirarsi ai migliori

Fare trading online significa fare compravendita su internet di strumenti finanziari, quali: azioni, obbligazioni, titoli di stato e via dicendo.

Per diventare un buon trader, è necessario fare tanta pratica e avere un’infarinatura generale sulle dinamiche dei mercati finanziari. Speculare in Borsa non è un gioco, il capitale investito può fruttare o può essere perso, tutto dipenderà dall’azionista e dalla strategia che adotterà.

Sul web è possibile iscriversi a corsi per studiare il trading, scaricare gratuitamente le dispense e fare simulazioni su conti demo che non richiedono spese. Per approfondire l’argomento vai alla guida sul trading online di edilbroker.it.

Molti principianti decidono di appoggiarsi a delle piattaforme di trading online, messe a disposizione da società finanziarie dette anche broker online.

Le piattaforme fanno transazioni finanziare per conto dei clienti, li guidano negli investimenti e mettono a loro servizio numerosi strumenti per sondare costantemente la situazione del mercato. Alcune piattaforme sono gratuite, altre chiedono una commissione per le operazioni eseguite.

Qualunque sarà la vostra scelta, è bene fare affidamento solo su quelle società che risultano regolarmente inscritte e certificate dalla CONSOB e CySEC.

Ma studiare, fare pratica e speculare con la guida di una piattaforma online, non è tutto. I professionisti sanno bene che non si deve sottovalutare la forte componente psicologica coinvolta nel trading. L’andamento dei mercati e degli strumenti finanziari è imprevedibile e l’imprevedibilità è un fattore altamente stressante che mette sotto pressione il trader.

Quando si gioca in Borsa, è quindi importane tenere sotto controllo le proprie emozioni e imparare ad accogliere “vittorie e sconfitte”.

Per capire come crescere in questo settore, non c’è nulla di meglio che prendere ispirazione dai grandi e magari, copiarne anche l’approccio. Del resto i pionieri esistono anche per dare l’esempio.

Le 4 leggende del trading

Ogni trader, durante il proprio percorso, trova la strategia di mercato che più gli è consona e tende a specializzarsi in un determinato settore.

È il caso di George Soros, a cui piace investire in Forex con leva finanziaria elevata, quindi correndo alti rischi, ma portando a casa grosse quantità di denaro. Il rovescio della medaglia, in una strategia di questo tipo, sono ovviamente le possibili consistenti perdite.

Al contrario Warren Buffet predilige un investimento meno rischioso, acquistando azioni di società a un prezzo basso e lavorando sui miglioramenti delle società come un potenziale proprietario, così da migliorarne le azioni quotate in borsa.

Per quanto riguarda gli investimenti nel lungo periodo, il trader Bill Gross ha sempre ritenuto fondamentali sia la capacità di formulare strategie finanziarie a lungo termine, che una gestione lenta e ordinata del proprio portafoglio. Questa visione va a cozzare con quella di Peter Lynch, investitore di successo che basava il trading sui seguenti punti:

  1. Le previsioni economiche e dei tassi d’interesse non sono né affidabili né utili;
  2. Meglio evitare investimenti a lungo termine;
  3. È importante sapere il motivo per il quale si sta comprando una cosa;
  4. Mai abbassare la guardia;
  5. È importante saper essere flessibili e accettare le sconfitte.

Insomma, di tipologie di trading ce ne sono diverse e ognuno ne predilige una piuttosto che un’altra. Fare tanta pratica e prendere esempio dai trader più esperti, è il modo giusto per avere successo nel trading online.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *