Conti correnti online aziendali: quale scegliere

Quando si tratta di aprire un conto online personale la scelta è ampia, perché sono tutti molto vantaggiosi, ma se è l’azienda che dovrà utilizzarlo bisogna valutare la questione attentamente.

Chi ha un’attività, per piccola che sia, ha infatti bisogno quotidianamente di spostare capitali, effettuare acquisti, ricevere emolumenti e moltissime altre operazioni che con un conto normale, se sommate, ammonterebbero a un costo davvero eccessivo. E poi ancora, ci sono i mutui, i fidi e moltissime altre esigenze.

È per questo motivo che i principali istituti bancari hanno pensato dei conti a misura di clienti con necessità aziendali che sono senz’altro più vantaggiosi rispetto ai conti tradizionali. I costi, naturalmente, variano molto a secondo del deposito. Se supera i 5mila euro, infatti, è inevitabile il pagamento del bollo che è invece gratis per chi rimane al di sotto di questa soglia.

Almeno è questa la soluzione proposta da moltissimi conti aziendali, da Fineco a Che Banca, da Hello Bank Bnl a sella.it. Ce ne sono alcuni che propongono una soluzione a costo zero ma si tratta di offerte alle quali non è possibile aderire tutto l’anno motivo per cui può essere utile dare sempre un’occhiata su internet e cogliere al volo eventuali promozioni.

L’apertura e le operazioni fondamentali solitamente sono gratuite, la voce a cui bisogna prestare attenzione, sempre se si avrà bisogno di una carta di credito, è appunto il canone di credito. Fineco, per esempio, lo promoziona a 19 euro, Che banca a 24, Sella.it addirittura gratuito ma, naturalmente, ci sono delle clausole in particolare se si ha a che fare con altre banche dell’Unione Europea o addirittura extra europea.

Quindi, bisogna prima fare un bilancio della propria azienda per capire se intrattiene relazioni commerciali solo con partner italiani oppure se interloquisce dal punto di vista commerciale con tutto il mondo. Lo stesso vale per i bonifici perché quelli all’estero, con sella.it come con altre banche, costano di più.

In generale, tutti i conti correnti online aziendali prevedono costi piuttosto elevati per bonifici con valute estere, il più delle volte si aggirano attorno ai 10 euro, proprio per questo motivo un conto può essere migliore per un’azienda che lavora solo con partner italiani e un altro, apparentemente meno vantaggioso, può invece risultare vincente per chi interloquisce con partner internazionali.

Quanto ai fidi, essi dipendono dalla salute finanziaria della singola azienda che li chiede, dall’importo e dalla tipologia motivo per cui è estremamente difficile individuare quale, tra le banche online, è in assoluto il più vantaggioso.

Reply