Dacia Duster, il nuovo mezzo della Croce Verde di Saluzzo

Il SUV Dacia DusterUn progetto ambizioso, quello portato avanti dalla Croce Verde di Saluzzo. L’Associazione di volontari ha visto la luce nel lontano 1979, grazie alla forza e alla determinazione di alcuni militi che hanno creduto fortemente in questo credo. A distanza di 35 anni, l’Associazione è ancora pienamente attiva nel suo territorio, per cui si è reso necessario un ampiamento del parco mezzi in forze alla Croce Verde. Allo scopo, i volontari hanno voluto dotarsi di una nuova Dacia Duster 4×4, ufficialmente entrata a far parte dei mezzi disponibili con i quali l’Associazione opera.

L’autoparco della Croce Verde di Saluzzo è stato quindi potenziato con una nuova automobile, che va quindi ad aggiungersi alle 9 ambulanze e agli altri 7 mezzi per il servizio socio-sanitario. Numeri importanti per l’Associazione di Saluzzo, che nel corso dell’anno fa registrare cifre che gravitano attorno ai 15mila servizi. Tra questi, ricordiamo il servizio d’emergenza 118, equipaggiato con il defibrillatore semiautomatico e tutti i trasporti ordinari di pazienti affetti da particolari patologie, che necessitano di terapie particolari e assistenza specializzata.

Come spiega Mario Guerra, il nuovo mezzo è stato voluto per sostituire la Fiat Sedici che nel corso degli anni aveva accumulato oltre 250mila chilometri. Il contributo Banca Unicredit è stato fondamentale per portare a termine l’acquisto. Il Gruppo, nell’ambito delle sue iniziative benefiche, ha donato la generosa somma di 10mila euro. La sostituzione del mezzo ha comportato un maggiore comfort e sicurezza negli spostamenti. Mario Guerra ha poi proseguito con i ringraziamenti verso Unicredit, che ha permesso di migliorare il servizio prestato alla popolazione.

Dacia Duster è disponibile chiavi in mano a 11900 € e in usato garantito navigando sui portali online (come quello disponibile cliccando qui). Un mezzo a trazione integrale a un prezzo concorrenziale, adatto a chi ama lo sterrato e le strade in salita particolarmente ripide.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *