Influenza senza febbre, problema frequente: come curarsi

In un periodo come quello che stiamo attraversando, con continui consigli da parte degli esperti per prevenire l’insorgenza dei virus influenzali, è difficile che sia comune o diffuso parlare di influenza senza febbre. Tuttavia, si tratta di qualcosa di assolutamente possibile ed oltretutto di una condizione fisica patologica anche piuttosto diffusa, molto di più di quanto potremmo immaginare.

Influenza senza febbreMa quali sono i sintomi dell’influenza senza febbre e quali sono le difficoltà a cui si va incontro? E, soprattutto, come curarsi e come guarire? I sintomi più diffusi sono chiaramente tutti quelli tipici del virus influenzale: si possono avvertire, con più o meno frequenza, sintomi fastidiosi e compromettenti del benessere, come ad esempio raffreddore, mal di gola, dolore alle ossa, spossatezza e stanchezza, malessere generale, brividi di freddo, sonnolenza e molti altri. In generale, se non vi è temperatura elevata, non è il caso di prendere farmaci importanti, ma è comunque consigliato seguire dei rimedi naturali come ad esempio il riposo, un’alimentazione leggera, una pulizia ed igiene costante, specialmente per quel che riguarda le mani, le quali vanno sempre adeguatamente pulite e disinfettate specie dopo il contatto con il pubblico.

In assenza di febbre, è quindi inutile prendere farmaci che servirebbero solo ad abbassare la temperatura, ma è comunque consigliato comportarsi come se si fosse in presenza di temperatura elevata per facilitare il normale processo di guarigione.

Reply