Lavori non tecnologici: le prossime speranze da Jobrapido

Lavori non tecnologici: è ancora possibile? È un dato di fatto che l’Italia si stia praticamente adeguando a molte altre nazioni, garantendo ai lavoratori un’espansione, specialmente dal punto di vista delle opportunità legate al settore tecnologico: la tecnologia, come è ormai oggi noto, sta offrendo molte possibilità sotto i più svariati punti di vista, non ultimo quello lavorativo, che oggi ricopre una buona percentuale dei posti di lavoro ottenuti negli ultimi anni.

Lavori non tecnologiciDetto così, sembrerebbe che non vi sia alcuna speranza di ripresa per tutte le persone che non vogliono saperne di adeguarsi alle conoscenze tecnologiche ed alle competenze informatiche spesso richieste durante i più svariati colloqui di lavoro. Ma, almeno stando a quanto è stato confermato da Jobrapido nel corso di una recente ricerca, pare che in effetti le cose non stiano esattamente così: infatti, sembrano ancora tante le offerte e le posizioni aperte anche per chi non ha un buon rapporto con l’informatica.

Ben 4000 sono, attualmente, i posti di lavoro da ricoprire: si va dal settore dell’artigianato, che ricopre oggi ben 850 occupazioni aperte, fino al settore Food, con i suoi 1000 posti di lavoro. Ampio spazio anche agli appassionati di giardinaggio, per chi ama stare a stretto contatto con la natura, ed a chi vorrebbe insegnare: ben 450 posti aperti per aspiranti docenti o insegnanti.

 

Reply