Legge di stabilità: c’è l’ok dell’Ue. Nuovo controllo a marzo

legge stabilitàL’Unione Europea da’ il via libera alla legge di stabilità. Bruxelles, infatti, ha invitato l’Italia  a proseguire con le “riforme necessarie” affinchè si faccia ripartire il Paese. Di conseguenza non verranno attivate nessun tipo di procedure, in quanto il 2014 è stato considerato un anno caratterizzato da “circostanze eccezionali”. Tuttavia, nel mese di marzo l’Italia tornerà sotto la lente d’ingrandimento per una nuova valutazione.

La riunione dei Capi di Gabinetto anticipa, in questo modo, il verdetto atteso per martedì da parte del collegio dei commissari (in sostanza si tratta dell’equivalente del consiglio dei ministri, ma del governo europeo).  Questi ultimi daranno la possibilità per i contributi nazionali destinati al Fondo investimenti, di essere ”volontari” e di essere ”esclusi dal calcolo del deficit”.

Un risultato molto atteso da parte del governo italiano. Tuttavia, l’esito positivo della valutazione sarebbe emerso anche in seguito all’intesa che Renzi avrebbe stretto con Juncker durante il G20 in Australia. L’intesa sarebbe stata dettata anche da una lettera di impegni sulle riforme del governo italiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *