Motori di ricerca: quanto è importante comparire

Ormai è diventata un’esigenza fondamentale vista la quantità spaventosa di siti e portali presenti nella rete. Riuscire ad emergere sui motori di ricerca. Una fattore vitale più che una scelta: avere un sito e non comparire equivale a non esserci.

Una recente indagine ha dimostrato come addirittura le scelte degli elettori in fase di campagna elettorale possano essere orientate dai motori di ricerca. Questi, e Google su tutti in quanto motore più utilizzato, ci orientano verso le informazioni web che ricerchiamo andando quindi a realizzare un duplice obiettivo: facilitarci nella ricerca; e, al contempo, influenzarci e condizionarci.

Si perchè i motori di ricerca hanno il potere di veicolarci verso informazioni; basta fermarci a considerare a questo parametro per capire il potere che hanno. Potere che tuttavia, è bene dirlo, è ad oggi abbastanza democratico: non risulta essere controllato da nessuno se non da algoritmi segreti utili a generare le pagine dei risultati per una chiave di ricerca.

I Motori di RicercaE allora, che fare per comparire? Da alcuni anni ha preso il sopravvento una disciplina che si occupa proprio di ottimizzare un sito per i motori di ricerca tentando di farlo comparire più in alto possibile. Si tratta della cosiddetta Seo, search engine optimization; ottimizzazione per i motori di ricerca per l’appunto.

Una materia di recente nascita che ha il proprio epicentro nella figura professionale che opera a 360 gradi su un sito internet per cercare di renderlo appetibile ai motori di ricerca. È richiesto un approccio interdisciplinare che affonda le proprie radici in vari settori.

Ovviamente riuscire a far emergere un sito sui motori di ricerca non è impresa facile; conquistare le prime posizioni resta spesso una meravigliosa utopia che soltanto in pochi realizzano. Ma comunque un sito ottimizzato e curato dal punto di vista Seo resta sempre di gran lunga favorito rispetto ad un portale che non tenga in alcuno conto questo parametro.

D’altra parte, come dicevamo sopra, quella di curare il proprio sito dal punto di vista Seo non è più nemmeno una scelta; è ormai una necessità imposta dal mercato stesso. Se il nostro sito non compare in posizioni buone nei risultati di Google, stiamo facendo un buco nell’acqua; e dato che, oggi come oggi, sono diversi coloro i quali con un sito internet ci lavorano, è bene chiedersi: conviene avere un sito e non comparire? La risposta, soprattutto per chi vuole fare business sfruttando la rete, è più che mai ovvia e scontata.

Reply