Omicidio di Yara, udienza prevista oggi

È prevista per oggi l’udienza che si terrà avanti ai giudici del Tribunale del Riesame di Brescia, in merito al ricorso effettuato dai legali di Massimo Bossetti – muratore di Mapello accusato dell’omicidio di Yara – per ottenere gli arresti domiciliari.

Omicidio di YaraIl carpentiere di Mapello è attualmente l’unico imputato per il rapimento, l’omicidio e l’occultamento del cadavere della piccola Yara: la tredicenne di Brembate di Sopra scomparve, infatti, nella sera del 26 ottobre del 2010 mentre rientrava a casa dalla palestra ed il suo corpo venne ritrovato, mesi dopo, in un campo di Chignolo D’Isola da un appassionato di modellismo che si trovava lì per caso.

Bossetti aveva chiesto i domiciliari qualche settimana fa, ma i giudici della Corte d’assiste di Bergamo gli avevano negato questa possibilità: ad oggi, quindi, il muratore di Mapello intende presentare ricorso per un rifiuto che ritiene inaccettabile ed incomprensibile, mentre continua a dichiararsi innocente ed estraneo ai fatti.

Intanto, si è appreso qualche giorno fa che le fibre del giubbino di Yara Gambirasio sono “compatibili ed indistinguibili” con quelle del furgoncino Iveco Daily guidato dal muratore di Mapello. Una compatibilità che potrebbe essere la prova che, almeno, su quel furgoncino Yara ci deve essere stata: rimane da capire il perché, se Bossetti continua a dichiararsi innocente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *