Peggioramento ansia, quali sono i comportamenti da evitare

Al giorno d’oggi sempre più persone soffrono di ansia ed attacchi di panico, che si possono presentare nelle più svariate modalità e comportare i più diffusi problemi, come ad esempio la paura di morire, il senso di soffocamento dovuto al classico nodo in gola, il senso di nausea o di vertigini, tremori e mal di pancia.

Per contrastare questi sintomi ed evitare un nocivo peggioramento ansia si possono mettere in atto alcuni comportamenti nello specifico, come ad esempio cercare di tranquillizzarsi con un training autogeno o di respirazione, ed avviando una psicoterapia per affrontare, alla lunga ed in maniera definitiva, tutte quelle situazioni dannose.

Ma quali sono i comportamenti da evitare per far sì che il peggioramento dell’ansia e degli attacchi di panico non si verifichi?

Prima di tutto, è bene far sì che le situazioni che fanno paura non vengano sempre evitate: se, ad esempio, una persona ha il terrore di rimanere chiusa in ascensore, evitando sempre di prendere l’ascensore questa paura accrescerà sempre di più, non rendendo più facile neanche affrontare i problemi più banali.peggioramento-ansia

Un altro aspetto importante consiste nell’evitare che l’attenzione sia di continuo puntata sul possibile attacco di panico, che in questo modo rischierebbe di prendere il controllo della persona senza che si possa fare nulla per prendere in mano le redini della situazione. Bisogna lasciare che l’attacco, una volta sopraggiunto, passi da solo, senza costringersi a controllarsi: ciò, infatti, ingigantirebbe di molto il problema.

Allo stesso modo, bisogna evitare che il problema venga sempre messo al centro dei propri discorsi: è bene, invece, cercare di distrarsi in ogni modo possibile, utilizzando così un trucco che potrebbe essere davvero di aiuto.

Reply