Rimborso pensioni: 500 euro una tantum

Il presidente del Consiglio Matteo Renzi si è ancora una volta soffermato sul tema delle pensioni, dichiarano che nel mese di agosto avverrà il tanto atteso rimborso pensioni di circa 500 euro.

Il rimborso delle pensioni dovrebbe coinvolgere circa 4 milioni di pensionati, ovvero tutti coloro che ricevono una pensione che non supera i 3 mila euro: accettando una sentenza della Consulta, il premier dichiara che i 2 miliardi del tesoretto saranno quindi destinati ai pensionati anziché ai poveri, come avrebbe preferito Matteo Renzi.

Rimborso pensioniSecondo il premier, è difficile affrontare una situazione come questa, ma decide comunque di prendere di petto il tema delle pensioni, smentendo così tutto coloro i quali credevano che prima delle attese elezioni non si sarebbe toccato l’argomento.

Una soluzione, quella del presidente del Consiglio, che tocca principalmente i pensionati che ricevono pensioni basse, cercando così di rispettare (seppur con un certo limite) un minimo di equità: non si tratta, quindi, di un rimborso totale, ma comunque di una risposta ‘importante’ rispetto alla sentenza della Consulta, sulla quale però il premier preferisce non parlare oltre.

La polemica arriva comunque dalla Cgil, che dichiara che se da un lato è positiva la risposta del premier alla sentenza della Consulta, “non se la può cavare con un rimborso una tantum” perché il tema del rimborso pensionati è un argomento molto caldo che va affrontato con criterio, una vera e propria priorità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *