Tecnologia e sonno: dispositivi con modalità salva sonno

Tecnologia e sonno: due termini che, almeno secondo gli studi degli esperti, indicano due realtà differenti che non possono essere associate. Infatti, le diverse ricerche scientifiche che nel corso degli anni sono state fatte sul sonno e sull’impatto che la tecnologia ha su di esso hanno dimostrato che la maggior parte delle persone – giovani prima di tutto – che utilizzano i dispositivi elettronici (tablet, smartphone) durante la sera rischiano di soffrire di insonnia.

tecnologia e sonnoI motivi per cui questi dispositivi turbano il sonno di ciascuno di noi sono diversi: da un lato la presenza del dispositivo – che spesso non viene spento ma viene semplicemente attivato in modalità silenziosa – disturba il sonno e non concilia il rilassamento, perché si è sempre attenti alla possibilità che arrivi una notifica o un messaggio; dall’altro lato, i dispositivi di questo tipo hanno una caratteristica luce blu che mantiene il cervello attivo e sveglio, non conciliando il senso di relax.

Secondo gli esperti, quindi, una delle possibilità per evitare che l’uso sconsiderato di questi dispositivi turbi il sonno, consiste nell’inserire una modalità intelligente e salva sonno che, all’arrivo della sera, elimini la luce blu dallo schermo. È quanto dichiarano gli studiosi dell’Evelina Children’s Hospital di Londra, nella loro ricerca pubblicata su ‘Frontiers in Public Health’.

Reply